Paesaggio urbano mutevole. Un progetto di suolo site-specific.

La nostra idea per piazza Fontana è il progetto di un suolo, la costruzione di un paesaggio, capace di accogliere, rispondere e amplificare, con le sue articolazioni, alle esigenze mutevoli e complesse di coloro che ne usufruiranno. Il progetto nasce, infatti, dalla volontà di creare uno spazio che induca a modalità di uso diverse e non programmate, dalla volontà, quindi, di realizzare un luogo complesso, unitario nell’identità e molteplice nell’uso.

Il sistema dei campi triangolari, composti all’interno del tracciato geometrico regolatore, costituisce un forte elemento di unità e identità del progetto e, contemporaneamente, grazie alla sua declinazione sempre diversa per materia, dimensione e combinazione, è lo strumento attraverso cui si vengono a costituire situazioni molteplici e varie all’ interno di questo paesaggio in equilibrio instabile tra naturale e artificiale.

Maria Claudia Clemente, Francesco Isidori

Piazza Fontana a Quinto de Stampi, Rozzano
Progetto: Labics (Maria Claudia Clemente, Francesco Isidori)
Gruppo di progettazione: Gaia Maria Lombardo, Giorgio Pasqualini, Susan Berardo, Gaia Maria Lombardo
Consulenti: Studio tecnico DFM
Committente: Comune di Rozzano
Tempi di realizzazione: progetto 2006-2007; realizzazione 2009
Superficie complessiva: 6.200 mq
Importo lavori: € 1.240.000

[articolo completo su: domusweb]

Il progetto in questione è di particolare interesse per il suo approccio molto contemporaneo: un progetto di superficie, site-specific, che ha agito a diversi livelli d’intervento:

  • una riqualificazione e rigenerazione del sito originario; da qui un potenziamento delle caratteristiche peculiari del luogo, delle naturali inflessioni del suolo, delle viste che si aprono in questo spazio aperto del tessuto urbano;
  • la creazione di una precisa e unica immagine del luogo, una forte e riconoscibile identità, elemento non solo trasposto in scelta di disegno compositivo, materiali e attrezzatura urbana ma soprattutto di grande valore psicologico, sociale e antropologico per gli abitanti di Rozzano;
  • la costituzione di uno spazio libero, negli usi e nelle attività che possono essere ivi svolte, nelle volumetrie leggere e funzionali, minime e non massive, secondo i principi dell’architettura a zero cubatura. Uno spazio flessibile e adattabile alle dinamiche in continuo divenire, alle diverse esigenze delle persone che lo vivono.
Annunci

Tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...