Paesaggio urbano mutevole. Un progetto di suolo site-specific.

La nostra idea per piazza Fontana è il progetto di un suolo, la costruzione di un paesaggio, capace di accogliere, rispondere e amplificare, con le sue articolazioni, alle esigenze mutevoli e complesse di coloro che ne usufruiranno. Il progetto nasce, infatti, dalla volontà di creare uno spazio che induca a modalità di uso diverse e non programmate, dalla volontà, quindi, di realizzare un luogo complesso, unitario nell’identità e molteplice nell’uso.

Continua a leggere

Crown Fountain: superfici ludiche a Chicago

Una fontana è il ricordo della natura, del meraviglioso suono di un torrente di montagna trasportato in città. Per me fontana non significa un grande getto d’acqua. E’ soprattutto umidità, l’origine della vita.
                           – Jaume Plensa

Due volumi in vetrocemento + LED e una superficie in granito nero. L’acqua, sgorga da una fessura nei primi e ricopre la seconda. Ed il gioco è fatto: uno spazio pubblico semplice nella costituzione, ludico, innovativo, unico e riconoscibile. Un progetto che sta tra la public art, l’architettura, il design ed il paesaggio, un progetto che funziona: è luogo di ritrovo di adulti e bambini, d’estate e d’inverno. Un successo.

Continua a leggere

Lo spazio pubblico come motore della trasformazione

« Ogni giorno passeggiamo per le strade, attraversiamo piazze, ci fermiamo in parchi e giardini senza essere consapevoli dell’importanza del design di quello spazio, o di quello dello „spazio pubblico“. »

Frederica Rijkenberg
Studio B+B Amsterdam

Continua a leggere

si torna a giocare in strada!

“vedere giocare a calcio è un modo straordinario per capire se un luogo è veramente pubblico, cioè aperto a qualsiasi uso e dunque imprevedibile. Vorrei organizzare con Francesco Carofiglio un grande torneo di calcio di strada nei sagrati, nelle piazze, negli slarghi, nei giardini di Milano. Come una volta. Le porte sono zaini, maglioni, sassi, bottiglie e magari qualche riga di gesso. Bim bum bam e si fanno le squadre. Palla di plastica che a volte vola tra le macchine.”

[Stefano Boeri]

Continua a leggere

Percepire lo spazio con tutto il corpo.

BRUCE NAUMAN_Square Depression_Münster_Germania_1977-2007

Square Depression è un’esperienza spaziale a tutto tondo.
È essenzialmente uno spazio vuoto, una sorta di piazza metafisica, senza volumi, una porzione di suolo divisa in 4 piani inclinati convergenti al centro: è proprio qui che il corpo ha la massima esperienza sensoriale. La forza di questo spazio e di questo progetto sta nel giocare e puntare su pochi ed essenziali elementi che creano un dialogo silenzioso tra uomo e ambiente.
Non ci resta che andare e provare.
Continua a leggere

“Surface”. Esplorazioni. Uomo e Superficie

Come apparirebbe il mondo se osservato da sotto i nostri piedi?

SURFACE è un film sperimentale che esplora il viaggio emozionale da una prospettiva urbana sotterranea. Questa sinfonia urbana trasforma le azioni umane e gli oggetti della strada in suoni che compongono armoniosamente audio e composizione visuale. Il film enfatizza l’idea del punto di contatto, identità umana e la nozione di impronte dinamiche.

SURFACE fa parte di UND-VIS, un progetto di tesi della MFA Design and Technology, Parsons The New School for Design.

Ulteriori informazioni su:
surfacefilm.com

Banyoles – Spagna. Sistemazione del centro storico.

Citazione

Desideriamo fermamente che la città antica diventi ora una sequenza di percorsi nei quali gli abitanti possano avere la possibilità di godere del centro storico la sua architettura del 12° secolo. D’ora in poi il pedone sarà sempre accompagnato dalla presenza dell’acqua…